Dal dì che i baci furono inventati

Dal dì che i baci furono inventati:
baci di vecchie e di guance grinzose,
baci di dame e di volti di rose,
baci di bocche insipide e sdentate,
baci d’amore e di labbra infuocate,
timidi baci e baci di fanciulla,
baci di bimba che sanno di nulla,
baci lunghi, colpevoli e innocenti,
e doppi baci e baci lunghi e ardenti,
baci di fiori, di frondi e di sole,
fetidi baci e baci di viole…
Vorrei saper quanti ne fur scambiati
e a te, fanciulla, averli io tutti dati.

IGINIO UGO TARCHETTI

Published in: on febbraio 23, 2020 at 06:50  Lascia un commento