La vera prigione

THE TRUE PRISON

It is not the leaking roof
Nor the singing mosquitoes
In the damp, wretched cell
It is not the clank of the key
As the warden locks you in
It is not the measly rations
Unfit for beast or man
Nor yet the emptiness of day
Dipping into the blankness of night
It is not
It is not
It is not

It is the lies that have been drummed
Into your ears for a generation
It is the security agent running amok
Executing callous calamitous orders
In exchange for a wretched meal a day
The magistrate writing into her book
A punishment she knows is undeserved
The moral decrepitude
The mental ineptitude
The meat of dictators
Cowardice masking as obedience
Lurking in our denigrated souls
It is fear damping trousers
That we dare not wash
It is this
It is this
It is this
Dear friend, turns our free world
Into a dreary prison

§

Non è il tetto che perde
Non sono nemmeno le zanzare che ronzano
Nella umida, misera cella
Non è il rumore metallico della chiave
Mentre il secondino ti chiude dentro
Non sono le meschine razioni
Insufficienti per uomo o bestia
Neanche il nulla del giorno
Che sprofonda nel vuoto della notte
Non è
Non è
Non è.
Sono le bugie che ti hanno martellato
Le orecchie per un’intera generazione
E’ il poliziotto che corre all’impazzata in un raptus omicida
Mentre esegue a sangue freddo ordini sanguinari
In cambio di un misero pasto al giorno
Il magistrato che scrive sul suo libro
La punizione, lei lo sa, è ingiusta
La decrepitezza morale
L’inettitudine mentale
Che concede alla dittatura una falsa legittimazione
La vigliaccheria travestita da obbedienza
In agguato nelle nostre anime denigrate
È la paura di calzoni inumiditi
Non osiamo eliminare la nostra urina
E’ questo
E’ questo
E’ questo
Amico mio, è questo che trasforma il nostro mondo libero
In una cupa prigione.

KENULE BEESON SARO-WIWA

Annunci
Published in: on dicembre 14, 2012 at 07:08  Comments (1)