Alla libertà

O libertà, concedici che alfine
ti si miri negli occhi.
Noi t’abbiamo aspettato tanto tempo
e le anime nostre nella notte,
ti cercavano errando come spettri.

Ma perché Libertà pallido hai il volto?
E’ il ricordo di ciò che tu hai sofferto?
O forse non abbiamo ancora agito
molto per te?
O temi forse il tuo avvenire stesso?
No, non temere: ti difenderemo!

SÁNDOR PETŐFI

Ferenc Liszt –  Studio Trascendentale n.4 (Mazeppa)

Annunci
Published in: on agosto 6, 2013 at 07:38  Comments (1)