Corrispondenze

CORRESPONDANCES

La nature est un temple où de vivants piliers
Laissent parfois sortir de confuses paroles;
L’homme y passe à travers des forêts de symboles
Qui l’observent avec des regards familiers.

Comme de longs échos qui de loin se confondent
Dans une ténébreuse et profonde unité,
Vaste comme la nuit et comme la clarté,
Les parfums, les couleurs et les sons se répondent.

Il est des parfums frais comme des chairs d’enfants,
Doux comme les hautbois, verts comme les prairies,
– Et d’autres, corrompus, riches et triomphants,

Ayant l’expansion des choses infinies,
Comme l’ambre, le musc, le benjoin et l’encens,
Qui chantent les transports de l’esprit et des sens.

§

Natura è un tempio in cui colonne vive
Talvolta lasciano uscire parole
Confuse; l’uomo vi passa attraverso
Foreste di simboli, che l’osservano
Con sguardi familiari. Come lunghi
Echi che in lontananza si confondono
In tenebrosa e profonda unità
Spaziosa come la notte e la luce,
Colori odori suoni si rispondono.
Ci sono odori freschi come carni
Di bimbi, dolci come gli oboi, verdi
Come i prati, – altri corrotti, ricchi
E trionfanti, hanno l’effusione
Delle cose infinite: l’ambra, il muschio,
Il benzoino e l’incenso, che cantano
Gli ardori dello spirito e dei sensi.

CHARLES BAUDELAIRE

Torino amore

 
.
Oggi guardavo
con i tuoi occhi di brace
puntuti e lunghi
l’ambra dolce  delle piazze profumate
i palazzi screziati d’ombre amiche
il selciato rosa
e
amore mio
eri dentro e fuori
a passeggio.
.
Tinti Baldini
.
Published in: on marzo 28, 2012 at 06:50  Comments (18)  
Tags: , , , , , , , ,

Cuore di ambra

Pioggia di petali rosa
arricchisce i pensieri
di maghi un po’ buffi
di piume d’argento
decoro la vita

un pianto di bimba
soffiato nel vento
ora ascolto
e raccolgo

risata ora sento
socchiuso nel grembo
un cuore di ambra

Maristella Angeli

Published in: on novembre 21, 2011 at 07:45  Comments (16)  
Tags: , , , , , , , , , , , , ,

Ambra

Un oleandro esploso è la bocca del poeta
argilla fatta polvere e acqua,
sangue vivo,
nell’inguine che chiude all’amante addormentata.
Le cui fattezze scindono in lui natura madre
pugnale nella mano malferma
getto d’ombra
tra le roventi strade di Porto, od Alicante.
Dietro le tende a stecco di faggio
in un cortile, dove due palme
tendono reti color rame
e il petto suo è un pennello di luce
ambra, chiara.

Massimo Botturi

Profumo di donna

Solo una goccia
versata lì nell’incavo tiepido che sa di rosa
velluto quel lembo di pelle
che scivola giù dal mento e invita ai seni
disperdendo pensieri in visioni di conchiglie rosate .

Solo una lacrima
lì dove il cuore pulsa l’amore
e la seta del corpo s’imbeve di fragranze d’ambra
soffuse note di profumo si mescolano
all’essenza tua di donna.

astrofelia franca donà

Ti chiamavi Giuseppe

Ancor
sei
sulla soglia
della memoria
presenza dolce
immutata.
Sboccia il sorriso
sulla pelle d’ambra,
nelle pupille
gentili.
Mani di legno
abbandonate
sui calzoni di fustagno,
scagliose eppur
tenere.
Risuonano i passi
scarpe
di vacchetta.
Passato è
il nostro tempo,
babbo.

Graziella Cappelli

Published in: on gennaio 25, 2011 at 07:05  Comments (7)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , ,

Alex (under)

Quante fiamme
s’accendono
nel tuo sguardo d’ambra!

Ad ogni sussulto curioso
amebico trastullarsi
in animati riposi.

Nel cielo fobico
pensieri nell’oc-corrersi
(cercandosi)
in carezze di baci annuvolati.

Glò

Published in: on gennaio 5, 2011 at 06:54  Comments (2)  
Tags: , , , , , , , , ,

Arance i tuoi capelli

TA CHEVELURE D’ORANGES

Ta chevelure d’oranges dans le vide du monde
Dans le vide des vitres lourdes de silence
Et d’ombre où mes mains nues cherchent tous tes reflets.

La forme de ton coeur est chimérique
Et ton amour ressemble à mon désir perdu
O soupirs d’ambre, rêves, regards
Mais tu n’as pas toujours été avec moi. Ma mémoire
Est encore obscurcie de t’avoir vu venir
Et partir. Le temps se sert de mots comme l’amour.

§

Arance i tuoi capelli e intorno il vuoto del mondo,

Nel vuoto dei vetri grevi di silenzio e

D’ombra dove con nude mani cerco i tuoi riflessi,

Chimerica è la forma del tuo cuore

E al mio desiderio perduto  somiglia il tuo amore.

O sospiri di ambra, sogni, sguardi.

Ma non sempre sei stata con me, tu. La mia memoria

Oscurata è ancora d’averti vista giungere

E sparire. Ha parole il tempo, come l’amore.

PAUL ÉLUARD