L’ultima nota

 
 
 
Sigillo fiabesco, memoria d’un canto,
rimane nell’aria una nota sospesa
e ancora riporta del mare l’incanto
a folla silente, rapita in attesa.
.
Quel piano sfiorato da dita preziose,
che intrecciano suoni di mille colori,
come arpa risuona, a ricordo di cose,
di luoghi vissuti e nostalgici amori.
.
La sua melodia in cerchio si chiude,
son gravi ed acuti i suoi toni cangianti,
quel lieve ondeggiare risacca dischiude,
carezzan la sabbia quell’onde vaganti.
.
E pare d’udire l’urlar dei gabbiani,
nel mentre quel cielo s’infiamma al declino.
Poi nasce la spuma, che bagna le mani,
da un’onda che avvolge l’ambiente vicino.
.
Di salso il profumo, di sale il sapore,
ubriacan quei suoni che scavano a fondo
e dai nostri cuori cancellan dolore.
Ci danno la pace, donandola al mondo.
.
Così è questa voce che assolve peccati.
E alfin, nel silenzio, rimangon nel cuore
magia di quei suoni, momenti fatati
che dentro han lasciato intenso stupore.

Piero Colonna Romano

(omaggio a Ludovico Einaudi)

Vita

per salire là in alto
mi occorrono fiori nuovi che si schiudono
e le tue labbra maestre, sulle mie
mi servono piume di pettirosso
grandi ali e corde d’arpa nel vento
per salire come allora sulla tua pelle

mi occorre il biglietto di un tempo
scritto tra i raggi del mattino
e due bottoni d’occhi chiari
per allacciarmi ancora al tuo cammino.

Aurelia Tieghi

Published in: on ottobre 23, 2010 at 07:11  Comments (7)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

L’arpa

Si arresta l’arpa
per incantare
vibrando nuove corde
e l’accordo compone

versi e idilli
il tempo spettatore
il ritmo e l’accento
si ascolta in silenzio

stonato il vuoto
si riempie di pianto
lo zufolo accompagna
il delicato canto

una voce fa eco
è quella del tempo
raccoglie le note
per librarle nel vento

Maristella Angeli

Published in: on ottobre 1, 2010 at 07:22  Comments (6)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

Canzone a te dovuta

Fa brillare il tuo amore,
tu che sei fatta di carne
tu terra germogliante,
fallo bruciare nel fuoco
dei miei desideri

colma con la tua musica
la mia mente,
tu vissuta
sotto un cielo diverso,
hai negli occhi il colore
nelle labbra il sapore
di un mondo fantastico

sei un frutto che vive,
sei musica sei l’arpa
che canta il tuo amore
tu suoni e ti posi
sul mio silenzio

tu dormi leggera
amorosa
e il tremore del sangue
mi risveglia al mattino
nel tuo stesso tepore
sembrano cerchi nell’acqua
i sogni sognati
tu sei carne sei vita

Marcello Plavier

Armonia

Un direttore d’orchestra
bacchetta che batte il tempo
corregge note stonate
dà l’attacco al coro
armonia del giorno

l’arpa con corde vibranti
intona sinfonie
solista inneggia il suo canto

fiori si staccano in volo
mossi da voci di tenore.

pentagramma
le cui chiavi fluttuano

ballo su di un’armonia
ritrovata

Maristella Angeli

Lo scricciolo

Vorrei essere scricciolo
così piccolo e minuto
incantevole allo sguardo

ultrasuono è il suo verso
impercettibile onda sonora
come tromba di araldo

annuncia note segrete
al mendicante di parole
che raccoglie il suono
ponendolo su di un’arpa

i fili della vita
sono le corde
dita sapienti
ne fanno melodia

Maristella Angeli

Published in: on maggio 8, 2010 at 07:03  Comments (10)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,