Due cardini d’ibisco

Due cardini d’ibisco vorrei mi costruissi.
Per fare che, voltandomi
ti carezzassi ancora.
Due cardini d’ibisco e una casa senza porte
dove soltanto farmi annunciare dall’odore
del giorno di lavoro; di voglia di sedermi
di togliermi le scarpe e di aprire un’aranciata.
Due cardini d’ibisco da far vibrare insieme
memoria dei capezzoli
dei buchi sulla luna. Memoria della schiena
segnata da una lampo
di una misura in meno, ma ci sei affezionata.

Massimo Botturi

Published in: on settembre 15, 2011 at 07:21  Comments (7)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , ,

Amelia aviatrice…

spericolati voli di futuro
guizzi di sfide nel triangolo delle Bermude
audacemente con te migrano sulla volta celeste
profumi di salsedine
mentre rimiri l’astro che
lento si tuffa nel mare con te
una piccola pietra lunare
in rotta di tigre
scavalca i cerchi delle notti
hai grani di stanchezza che arrossano gli occhi
attraverso i volti del globo
atterri, sulle valli dell’India e nei polmoni dell’Africa
fiori d’ibisco sulle tue gesta
ventosi i tropici soffiano furiosi
trasvolano con te
ti perdi e cali
con le tue eliche
scompari
in oceano pacifico…

Aurelia Tieghi

Dedicata ad Amelia Earhart, pioniera dell’aviazione internazionale. Un ricordo di donna straordinaria che nel 1937 fece la traversata del mondo in solitaria con il suo velivolo e che, quasi alla fine della sua impresa, perse il contatto radio e scomparve nell’oceano