Solo un gioco

La meridiana
segna le ore e l’ombra
stagliata
definisce il tempo

il sole scherza
con la luna
lole, suna
nasu lelu
un magico rito
ruota gli schemi
l’inverte
alambicchi esoterici

una bambina si chiede perché
è solo un gioco
un sogno
per poco
Maristella Angeli

da “Specchi dell’anima” Edizioni Progetto Cultura – Diploma di Finalista Accademia G.G. Belli Roma 2008 – Antologia del premio, AA. VV. “Gli araldi della poesia”, riconoscimento “Perle Poetiche”, con la motivazione:  “Poesia di rara efficacia espressiva, che mostra il fluire della vita e l’inesorabilità del tempo.”

Published in: on ottobre 12, 2011 at 07:50  Comments (12)  
Tags: , , , , , , , , , , , ,

Di me

I manieri onirici,
tratti infranti
di giochi sospesi.
L’ingenua lana
nel mio palmo fanciullo.
L’ultimo rivo
di vita di padre,
sul ciglio già muto.
Quei rossi, spessi,
capelli mossi,
immani massi,
sul mio stupore.
Il candido amico
appeso alla morte.
La musica,
iridata amaca,
che culla canti,
le note andanti,
dondolanti,
inumidite, intinte,
ora forti, ora fosche.
La madre mia
che sa di aia,
di tasche ponderose,
e cinque dita
accoccolate grate,
di vita avuta in dono
e ben soppesata.
La sorella poesia,
lei meridiana,
io gnomone
a sognare ere,
ad issare vele
a segnare ore
d’ombre sole.
Nulla,
nulla mi passa accanto
e va, nulla lascio
all’astro spento.
Tutto
mi porto appresso,
sul dorso,
in vimini e sudore
gerla mai sazia
intrecciata in divenire.

Flavio Zago

Published in: on gennaio 14, 2010 at 07:10  Comments (6)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , ,