IL MIO ALBERO DI NATALE

Il mio albero
a guardarlo bene
è come quello vero
piantato nel giardino di casa
radici profonde
a irrorare linfa
prezioso nutrimento di vita
foglie forti e fragili
rami stecchiti adesso di gelo
domani gemme di luce
ad annunciare festa
di  prodiga primavera.
Il mio albero è un continuo
fremito di voci e memorie mai sopite
uno scandaglio di terra fremente
in cerca di nuove zolle sempre migliori,
se chiudi gli occhi
e porgi il cuore
puoi vederlo e sentirlo
come una creatura in carne ed ossa
abbracciarti di calde parole sempreverdi.
Il mio albero vorrei
che fosse infinito come il cielo
e portasse in dono
il regalo più bello
certezza di stella
splendente d’amore,
fuggente meteora sulla terra,
per strapparti un “oh”
di tenera, stupita meraviglia.

Roberta Bagnoli

Fioriranno

Come bocciolo
in attesa del sole
le mie parole
in punta di labbra,
anelanti il tuo sorriso,
per aprirsi e fiorire
a quei raggi incantati.

E che le mie radici
tramutino in linfa
il meglio della mia terra,
e che i petali ne sappiano
trarre profondo nutrimento,
per sbocciare
morbide e splendenti,
ai tuoi sensi, a te,
dalla fertile gola
del mio pensiero.

Flavio Zago

Published in: on settembre 21, 2011 at 07:39  Comments (7)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

Ho sentito quadri

strapparmi il cuore
pieghe nella tela tesa
profonde come crepe
riflessi accecanti
e un pianto
che ho riconosciuto
un chiodo al punto giusto
un nodo
che dello stomaco
possedeva la fame
ma non il nutrimento

ma le sue braccia
erano forti
e ciò che sembrava
preda del vento
stava invece danzando
in un vuoto
senza ostacoli
consolandosi
nell’unicità
del suo dolore

Nicole Marchesin

E non sai perché

Scoppia di salute
il mio cuore
marcia come un orologio
segnando il tempo
pompa a tutto spiano
il dovuto nutrimento
Questo mare paonazzo
che fa da giaciglio al sole…
Questa voglia di arrivare
che non sai perché…..
Quando la pelle del giorno scurisce
se volessi farti dispetto
porterei il mio sorriso altrove
mentre tu mi dici ancora
di aspettare…..
e non sai perchè

Anna Maria Guerrieri

Published in: on dicembre 9, 2010 at 07:16  Comments (2)  
Tags: , , , , , , , , , , , ,

Meraviglia


Meraviglia
tenero ributto
che ha sconfitto
la notte nel deserto
adesso si gode la brezza soave
e domani sarà nutrimento
per l’uccello del cuore.
Meravigliosa forza
di vita e d’amore
che ancora carezza
e implode nel magma sanguigno!
Se l’uomo sentisse
l’amorevole battito della terra
che implora e desidera
solo prati e strade di pace
avrebbe fiori nel cuore
da regalare
a cascata fra le mani
e non mine d’odio
da straziare
al suo nefasto passaggio.

Roberta Bagnoli