Legittima estorsione

 
La norma presuntiva
allaccia il tempo
dell’agnello e del lupo
ai giorni nostri,
il mostro di mille teste
complici
che puntano
al banchetto
è legittima mafia
corazzata,
dirottano le pieghe
con l’avallo
potente
del diritto
delle pale del mulino a vento
che aspetta al varco
lance di cartone…
e don  Chisciotte indomito
persevera il cammino
confidando
in qualche spada
che si unisca al coro…

Giuseppe Stracuzzi

Il silenzio del dolore

 
Il silenzio
lo conosco
aria impetuosa
sin da quando so
che sarei stato…
suonavo malinconico
nero
al limite
sulla strada
la fisarmonica e il suo valzer
…il jazz già io lo sapevo
e che il cuore soffre
nel vuoto del silenzio…
scivolavo nell’aria
sulle pale dei mulini a vento
e nel buio delle nuvole in tempesta
l’orgoglio parla
non mi chiede scusa
perchè non ho occhi dentro al viso
… silenzio intorno …
sono un viaggio
che non comincia
se non quando finisce…
come il silenzio
come la tromba d’aria
che si spezza nel silenzio.

Enrico Tartagni

Temperamento

Nel nome che porto è scritto
o nel mio codice a barre
ma chiaro oramai mi è
che la spada son lesta ad estrarre.

Giuste o inutili tenzoni
intraprendo nonostante gli anni
se ancora sul cammino ritrovo
soprusi, menzogne o inganni.

Ogni volta lancia in resta
e piglio ferino
carico abbassando la testa
del vento le pale al mulino.

A nulla è servita la storia
di donchisciottesca memoria,
a nulla è valso del rogo il ricordo
che della pulzella fece la gloria.

Anna Maria Guerrieri