Strade

Su di una strada
che non trovo più
nei miei limiti
corro cado e mi rialzo

abbandonato
ormai tra
due punti indefiniti
rincorro
stormi di lampioni
e poi ricado

stremato
su di una luna
a cui offro le mie piaghe
raccolgo lacrime di rosa
che mi spinano il cuore

ma lungo un fiume di silenzio
arginato a fatica dal pensiero

d’istinto cane sciolto
fiuto l’aria
per cercarti ancora

in uno di quei canti tristi
della notte

o in una di quelle mille
strade del cuore

Pierluigi Ciolini

8 marzo

Son dipinte nel vento
le risa delle donne
e ogni loro lamento

pennellate di fiori
su gote e labbra
le piaghe dei dolori

c’è l’orgoglio del mondo
in un petto che allatta
in un ventre fecondo

ma se entro questo mare
di melma e quarzo
fossimo noi da sole a navigare

marzo non si dovrebbe celebrare
per quel rogo di donne alla filiera
ma solo perché sboccia primavera.

Viviana Santandrea

Inconfessabile


Inconfessabile
quel che si nasconde nel cuore
piaghe di tristezza
ricami di vertigini
al sole trasparenti
come ombre sottili
orlate d’incertezza
rombi assordanti di ricordi
perfide sabbie mobili di paure
macchie a perdersi
di rose e ciclamini
di cipressi e castagni
prati di rugiada
variopinti aquiloni
rapiti da sguardi candidi
smarriti per sempre
in cieli incontaminati
e nel frastuono di levigati battiti
ritmici, a volte un po’ accelerati
sentire che la vita ha sempre il sopravvento
e melodiosa annuncia il nuovo giorno
nella speranza di un sole senza nubi.

Roberta Bagnoli

Published in: on dicembre 18, 2009 at 07:28  Comments (3)  
Tags: , , , , , , , ,