Destra sinistra

Tutti noi ce la prendiamo con la storia
ma io dico che la colpa è nostra
è evidente che la gente è poco seria
quando parla di sinistra o destra.

Ma cos’è la destra cos’è la sinistra…
Ma cos’è la destra cos’è la sinistra…

Fare il bagno nella vasca è di destra
far la doccia invece è di sinistra
un pacchetto di Marlboro è di destra
di contrabbando è di sinistra.
Ma cos’è la destra cos’è la sinistra…
Una bella minestrina è di destra
il minestrone è sempre di sinistra
tutti i films che fanno oggi son di destra
se annoiano son di sinistra.
Ma cos’è la destra cos’è la sinistra…
Le scarpette da ginnastica o da tennis
hanno ancora un gusto un po’ di destra
ma portarle tutte sporche e un po’ slacciate
è da scemi più che di sinistra.
Ma cos’è la destra cos’è la sinistra…

I blue-jeans che sono un segno di sinistra
con la giacca vanno verso destra
il concerto nello stadio è di sinistra
i prezzi sono un po’ di destra.
Ma cos’è la destra cos’è la sinistra…
I collant son quasi sempre di sinistra
il reggicalze è più che mai di destra
la pisciata in compagnia è di sinistra
il cesso è sempre in fondo a destra.
Ma cos’è la destra cos’è la sinistra…
La piscina bella azzurra e trasparente
è evidente che sia un po’ di destra
mentre i fiumi, tutti i laghi e anche il mare
sono di merda più che sinistra.
Ma cos’è la destra cos’è la sinistra…

L’ideologia, l’ideologia
malgrado tutto credo ancora che ci sia
è la passione, l’ossessione
della tua diversità
che al momento dove è andata non si sa
dove non si sa, dove non si sa.

Io direi che il culatello è di destra
la mortadella è di sinistra
se la cioccolata svizzera è di destra
la Nutella è ancora di sinistra.
Ma cos’è la destra cos’è la sinistra…
Il pensiero liberale è di destra
ora è buono anche per la sinistra
non si sa se la fortuna sia di destra
la sfiga è sempre di sinistra.
Ma cos’è la destra cos’è la sinistra…
Il saluto vigoroso a pugno chiuso
è un antico gesto di sinistra
quello un po’ degli anni ’20, un po’ romano
è da stronzi oltre che di destra.
Ma cos’è la destra cos’è la sinistra…

L’ideologia, l’ideologia
malgrado tutto credo ancora che ci sia
è il continuare ad affermare
un pensiero e il suo perché
con la scusa di un contrasto che non c’è
se c’è chissà dov’è, se c’é chissà dov’é.

Tutto il vecchio moralismo è di sinistra
la mancanza di morale è a destra
anche il Papa ultimamente
è un po’ a sinistra
è il demonio che ora è andato a destra.
Ma cos’è la destra cos’è la sinistra…
La risposta delle masse è di sinistra
con un lieve cedimento a destra
son sicuro che il bastardo è di sinistra
il figlio di puttana è a destra.
Ma cos’è la destra cos’è la sinistra…
Una donna emancipata è di sinistra
riservata è già un po’ più di destra
ma un figone resta sempre un’attrazione
che va bene per sinistra e destra.
Ma cos’è la destra cos’è la sinistra…

Tutti noi ce la prendiamo con la storia
ma io dico che la colpa è nostra
è evidente che la gente è poco seria
quando parla di sinistra o destra.

Ma cos’è la destra cos’è la sinistra…
Ma cos’è la destra cos’è la sinistra…

Destra-sinistra
Destra-sinistra
Destra-sinistra
Destra-sinistra
Destra-sinistra
Basta!

GIORGIO GABER

Champagne

SCIANPÂ GN

Fiåur d lóuna péina
vîver l’amåur e intànt biasèr la zanna
bvand un bichîr d scianpâgn strécc in piséina!

§

Fiore di luna piena
un nappo di champagne stretti in piscina
viver l’amore e intanto fare cena!

Sandro Sermenghi

Published in: on giugno 4, 2010 at 07:11  Comments (2)  
Tags: , , , , , ,

Sandrino alla ricerca della vita

SANDRÉN IN ZAIRCA DLA VÉTTA

Vîver la vétta in zairca däl parôl
cuntànd äl fói dl insónni d na nutè,
guardèr da un urizånt ch’l é stranpalè
äl cô ed socuànt’ lusêrt ch’i nèsn äl viôl.
 
Cûser sî tajadèl e una sardéina
zarcànd in cal buslòt la gióssta vî,
sugnères sänza avair malincunî
vulànd in spâla a un èsen in ciaréina.
 
D un scarciòfel viulàtt la sinfunî
sfiurèr, e ai gât cuntèrn ed còti o ed crûdi
mirand int i ûc’ na vérzin colunbéina.
 
Pò snadrazèr cån l’Êva a èli nûdi
cufétt int al lanbróssc dla mî piséina
grâzie a sta stòria fammna… la Poesî!
 

 §

 
Viver la vita in cerca di parole
contando le foglie del sogno d’una nottata,
guardando da un orizzonte strampalato
le code di alcune lucertole che annusano viole.
 
Cuocer sei tagliatelle e una sardina
cercando in quel barattolo la giusta via,
sognarsi senza aver malinconia
volando in spalla a un asino in sbronzina.
 
D’un carciofo violetto la sinfonia
sfiorare, e ai gatti contarne di cotte o di crude
mirando negli occhi una vergine colombina.
 
Poi sguazzare con l’Eva ad ali nude
a capofitto nel lambrusco della piscina
grazie a questa storia femmina… la Poesia!
 

Sandro Sermenghi

Published in: on gennaio 9, 2010 at 07:24  Comments (6)  
Tags: , , , , , , , , , ,