Cosa ne stai facendo di te? E’ solo un temporale. Passerà

Tu non cancelli mai la tua arte
nemmeno te lo chiedesse un cane un idiota tua madre
tu non cancelli mai la tua arte.
È straordinario! Lo capisci? È straordinario!

Credo che con i pochi soldi che mi sono rimasti
comprerò due grandi tele
forse due metri o tre o magari mezzo chilometro di tele
le sovrapporrò l’una all’altra.
Sulla prima tela infierirò con i pugni con le unghie con i morsi
e se non ti sembrerà abbastanza
con un taglierino
così da farla sembrare la pelle di un uomo
dilaniata crocifissa scarnificata
e sulla tela, seconda pelle, che apparirà di sotto
dipingerò tanti piccoli tagli,
non userò il colore rosso
ma il castano il verde e l’arancione
come i tuoi capelli le tue scarpe il tuo rossetto
lo intitolerò:
cosa ne stai facendo di te?
È solo un temporale.
Passerà.

Il problema è che ho molto di più di ciò che mi serve
ma è come se volessi tutto tutto tutto
mi chiedi : – quando capisci di aver finito un lavoro? –
            ti domando: -come si capisce di aver finito di fare l’amore?-
e concludo dicendoti che se avessi la possibilità di essere un altro
di essere chiunque io desideri
vorrei essere te. Amore mio…

Massimo Pastore

We can work it out

Try to see it my way
Do I have to keep on talking till I can’t go on?
While you see it your way
Run the risk of knowing that our love may soon be gone
We can work it out
We can work it out

Think of what you’re saying
You can get it wrong and still you think that it’s alright
Think of what I’m saying
We can work it out and get it straight, or say good night
We can work it out
We can work it out

Life is very short, and there’s no time
For fussing and fighting, my friend
I have always thought that it’s a crime
So I will ask you once again

Try to see it my way
Only time will tell if I am right or I am wrong
While you see it your way
There’s a chance that we may fall apart before too long
We can work it out
We can work it out

Life is very short, and there’s no time
For fussing and fighting, my friend
I have always thought that it’s a crime
So I will ask you once again

Try to see it my way
Only time will tell if I am right or I am wrong
While you see it your way
There’s a chance that we may fall apart before too long
We can work it out
We can work it out

§

NOI POSSIAMO FARCELA

Prova a vederla secondo il mio punto di vista
Devo continuare a parlare fino a quando non ce la farò più?
Finchè la vedrai a modo tuo
Corri il rischio di pensare che il nostro amore possa presto finire
Ma noi ce la possiamo fare
Noi possiamo farcelaPensa a quello che stai dicendo
Potresti sbagliare ma continuare a credere di aver ragione
Pensa a quello che sto dicendo io
Possiamo farcela e tirare dritto, oppure dirci buonanotte
Ma noi ce la possiamo fare
Noi possiamo farcelaLa vita è troppo breve e non abbiamo tempo
per agitarci e litigare, amica mia
Ho sempre pensato che sia un crimine..
Perchè te lo chiederò ancora una volta:Prova a vederla dal mio punto di vista
Solo il tempo mi dirà se ho torto o ragione
Finchè la penserai a modo tuo
C’è la possibilità che potremmo separarci tra non molto
Ma noi ce la possiamo fare
Noi possiamo farcela

PAUL MC CARTNEY E JOHN LENNON
.

Possibilità

Se è primavera uccidimi.

Se è albero dammi le sue radici.

Se è un tramonto concedimi anche domani.

Maria Attanasio

Published in: on maggio 28, 2012 at 06:55  Comments (4)  
Tags: , , , ,

Occhi trasparenti

 
Non c’è un’altra possibilità
inerente
adeguata
alla gente
in questo silenzio
che m’incontro…
non è questo
come se io fossi diventato
di un convento
ricamatrice ad intrecciar di nodi
i fili degli sguardi
o ancor più pesante
pensare
di aver nel cesto tutti quei colori della vita
bè io ho qui
tra le dita
un ago trovato nel pagliaio
mi pare
occhi azzurri trasparenti di una bimba
che non han bisogno di pregare
e mi chiedo
ma cosa
ancora
sta succedendo
se devo cercare
alternative alla mia umanità?

Enrico Tartagni

Give Peace a Chance

Ev’rybody’s talking about
Bagism, Shagism, Dragism, Madism, Ragism, Tagism
This-ism, that-ism
Isn’t it the most
All we are saying is give peace a chance
All we are saying is give peace a chance

Ev’rybody’s talking about
Ministers, Sinisters, Banisters and canisters,
Bishops and Fishops and Rabbis and Pop eyes,
And bye bye, bye byes.
All we are saying is give peace a chance
All we are saying is give peace a chance

Let me tell you now
Ev’rybody’s talking about
Revolution, Evolution, Mastication, Flagelolation, Regulations.
Integrations, Meditations, United Nations, Congratulations
All we are saying is give peace a chance
All we are saying is give peace a chance

Oh Let’s stick to it
Ev’rybody’s talking about
John and Yoko, Timmy Leary, Rosemary, Tommy smothers, Bob Dylan,
Tommy Cooper, Derek Tayor, Norman Mailer, Alan Ginsberg, Hare Krishna,
Hare Krishna
All we are saying is give peace a chance
All we are saying is give peace a chance

DATE UNA POSSIBILITÀ ALLA PACE

Due, uno due tre quattro

tutti parlano di

borsismo, pelismo, draghismo, mattismo, straccismo, etichettismo

questismo o quellismo, ismo, ismo, ismo.

Tutto ciò che noi diciamo è: date una possibilità alla pace

tutto ciò che noi diciamo è: date una possibilità alla pace

Dai!

Tutti parlano di ministri, sinistri, balaustre e scatolette

Vescovi, pescovi, rabbini e papocchi

E tanti saluti.

Tutto ciò che noi diciamo è: date una possibilità alla pace

Tutto ciò che noi diciamo è: date una possibilità alla pace

Senti!

Tutti parlano di

Rivoluzione, evoluzione, masturbazione,

Flagellazione, normazioni, integrazioni,

Meditazioni, Unite Nazioni,

Congratulazioni

Tutto ciò che noi diciamo è: date una possibilità alla pace

Tutto ciò che noi diciamo è: offri una possibilità alla pace

Tutti parlano di

John e Yoko, Timmy Leary, Rosemary,

Tommy Smothers, Bobby Dylan, Tommy Cooper,

Derek Taylor, Norman Mailer,

Alan Ginsberg, Hare Krishna,

Hare, Hare Krishna

Tutto ciò che noi diciamo è: date una possibilità alla pace

Tutto ciò che noi diciamo è: date una possibilità alla pace.

JOHN LENNON

Come ombre cinesi


Come ombre cinesi
ci mostriamo agli altri
nascosti dietro a sorrisi di carta
nell’intenzione di rallegrare
cuori solitari, schivi
all’altrui candore di luce.
Come ombre cinesi
recitiamo la nostra parte
improvvisata di teatrino ambulante
nell’illusione che gli altri
accettino i nostri mirabili sforzi
e ci ripaghino colla moneta
dell’allegra ricompensa.
Come ombre cinesi
inganniamo l’attesa
con scampoli di sogni
e ritagli d’illusioni
interpretando film avvincenti
con attori di strada
che parlano idiomi inusuali per noi,
creature avvolte nella confusa,
indecifrabile realtà.
Come ombre cinesi
aggiriamo il tempo e nel farlo
trascuriamo l’anima sacra
trascuriamo l’amore
trascuriamo noi stessi.
Come ombre cinesi
ci neghiamo la possibilità
di essere presenti
ci togliamo il merito
di essere felici.

Roberta Bagnoli

Dei delitti senza pene…


Se questo per voi è ancora un uomo
allora dovete curare la sua presunta follia,
non può essere trascurata nessuna prova
in nome della vostra ipocrisia
Se per voi questo è ancora un uomo
allora deve avere la possibilità
di farsi roccia e sabbia,
di cadere e rialzarsi
sporco della sua stessa rabbia.
Se questo per voi è ancora un uomo
le sue colpe vanno analizzate,
capite, poi giudicate,
se per voi è un uomo appartenente
ancora per suo destino di nascita
alla umana specie,
allora dovete mettervi nei suoi occhi,
con le sue mani toccare, con i suoi piedi andare,
se per voi è ancora un uomo,
e poi condannare vita per vita
oppure mettetelo in una cella
e buttate via la chiave.

Maria Attanasio

Published in: on dicembre 4, 2010 at 07:19  Comments (9)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Immagini in rete

Vedo le foto
in cui gli altri sono felici
ed io lontano
non sono più del loro mondo,
eppure c’è stato un tempo
in cui non avrei immaginato altro,
c’è stato un tempo
in cui avrei dato tutto per partire
e sono qui, ora, a sperare
di tornare indietro
e maledico questa
debole umanità
che mi obbliga
a non essere felice
e a desiderare
quello che avevo
o che potrei avere
e mai
quello che ho,
che mi obbliga a continui
compromessi col futuro
per la paura
di restare solo
e che mi obbliga
a fingere che niente
mi importi,
perché in questo mondo
moderno e connesso
non mi è data la possibilità
di mostrare paura.

Gian Luca Sechi

Published in: on agosto 31, 2010 at 07:37  Comments (2)  
Tags: , , , , , , , ,

Il sistema


Bussai
alla porta
della giustizia
e mi fu detto:
“Non sei abbastanza grande
per passare”,
m’accostai alla porta
della verità,
vi era un cartello:
“Di questo ingresso
se n’è abbandonato l’uso”,
proseguii e scorsi
una gran moltitudine
in coda
e tutti
non facevano che parlare
della meravigliosa possibilità
alla fine della strada,
ma ero troppo vecchio
e stanco
per poter affrontare
tutte le scale
verso quell’ingresso lontano
con sopra scritto:
“Speranza”.

Gian Luca Sechi

Published in: on maggio 5, 2010 at 07:08  Comments (4)  
Tags: , , , , , , , , , , , ,