Fantasia

Ridateci la luna
come era una volta.

Ridateci, ridateci.

Ridateci la luna,
rossa, gialla, verde, pallida,
coi nostri sogni
che le volavano intorno.

Basta
coi satelliti artificiali
che le ronzano asfissianti,
basta
con le sonde spaziali
e le bandierine abbandonate,
basta
alle auto cingolate
con le antenne trasmittenti
e le pile ormai esaurite.

Salvatore Armando Santoro

Published in: on giugno 4, 2011 at 07:12  Comments (7)  
Tags: , , , , , , ,

Bacini marini


Il volo delle mosche mi racconta
di un canto di volubili chimere,
gettate sul tragitto ad asciugare
al sole d’impossibili passioni.
Il tempo vacillando si svapora
nel limbo illuminato, e le falene
satelliti scromati, evanescenti
rimbalzano nel cosmo quotidiano
…Un bacio, solo un bacio di mattina
capello carezzato sulla pelle,
fortezza alla ricerca della rupe
sparviero senza cielo da rigare
…Un bacio, solo un bacio di sovrana
radenti voli sulle gote chiare,
distese di profumi rincasati
nel nido di ricordi rifiutati.
Di un mendico dimentico d’affetti
rivela veleggiando la mia rotta,
scoprendone i vascelli già varati
relitti e meri riti derelitti.
E un bacio, un bacio, solo, in alto mare
ricerca colombesche rotte indiane
sognando voli cosmici spaziare
fra mosche d’una mano chiusa a pugno

Flavio Zago