Mi domando se abbia un senso il mio ricordare

 
Mi domando se abbia un senso il mio ricordare
scandagliare i fondali della memoria
fra apparizioni fantastiche di piante e animali
ora sfuggenti ora persistenti affascinanti o orrorifici
.
isolata come un palombaro nel suo scafandro
le profondità oceaniche dell’inconscio
non sono il mio elemento e ho bisogno
di supporti protettivi per tenermi in vita
.
mi domando se questo sia morire
l’andare a ritroso a rivedere i già vissuti
momenti cristallizzati
.
aggirarmi fra alghe e coralli
anemoni di ogni colore e cavalli marini
e non sentire l’acqua sul viso
sulla pelle o fra i capelli
.
essere l’elemento estraneo che osserva
l’ossigeno aspirato dal boccaglio
il suono del mio unico respiro
a guardare fiori fra i relitti
.
mi domando se questo sia invecchiare

azzurrabianca

Immersione

Nel blu della notte
mi tolgo lo scafandro di diffidenza
e ascolto, in apnea,
il tuo mare di bugie.

Anna Maria Guerrieri

Published in: on giugno 13, 2011 at 07:08  Comments (10)  
Tags: , , , , , ,

Stillicidio

Calca addosso
lo scafandro dei ruoli
a cui soggiaci
e graffi la gola
subendo carta vetrata
passarle dentro,
lenta, ferendola,
passioni trascinando
come breccia di fiume
che in piena non perdona.
E ambizioni in stillicidio
versano calcificate
nello scolo dell’anima
che ancora spera.

Daniela Procida

Published in: on dicembre 6, 2010 at 07:16  Comments (3)  
Tags: , , , , , , , , , , ,