Nell’attesa di rivederti

Ti dipingo su tela d’oro puro
per rinnovare il piacere del tuo viso.
Piccole labbra che già sanno il sorriso
imparano il linguaggio del pensiero.

E quella bocca che fino a ieri
suggeva solo nettare di vita
ora s’atteggia al dire con impegno
gorgheggiando come un uccellino.

Ma sono gli occhi che non so rifare.
Nessun colore può rendere la luce
che d’intelligenza brilla e d’innocenza
germe di quell’amore misterioso

che unisce terra al cielo
in un’ irripetibile simbiosi
che sovrasta dell’intelletto ogni cognizione.
Ed è tenera emozione.

Elide Colombo

Spaggia di Oplonti


Dardeggia nel cielo
l’astro brillante,
la gente distesa
sulla rena cocente.
Il mar che fermenta
di luce accecante,
il bagnasciuga
che cambia
di colore costante
L’azzurro ed il nero
si sposano ad arte
creando fusione
di simbiosi perfetta.
Arride alla natura,
che l’ha cosi dipinta
l’antica spiaggia…
della città di Oplonti

Ciro Germano

Published in: on febbraio 25, 2011 at 07:24  Comments (2)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , ,

Tu, amore mio

Io ti sciolgo
i capelli al sole
e ti abbraccio
con pennelli di stupore,
così ti rendo mia
tra il diamante di roccia
che ho scavato
per arrivare
al tuo suono
d’essere.
Io ti spoglio
con le mani al vento
e se non parlo
è il mio cuore
che si accarezza
con i tuoi occhi verdi
tra le simbiosi di un cratere
da cui non cado:
ne sorvolo il soffio
che afferro tra le ali
della nostra esistenza
e ne respiro
onnipotenza
rendendomi aggrappata
all’eterno sogno
che vivo solo con te.

Glò

Published in: on febbraio 15, 2011 at 07:42  Comments (4)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Simbiosi d’intenti


Ti rifletti di certo…
in questi miei scritti.
Ti soffermi…
raffronti le gioie, e gli amori
le amarezze, e i dolori
Il percorso è sicuro,
è molto consimile…
c’è un’intesa emotiva,
questa l’avverto…
una simbiosi d’intenti
di questo… son certo

Ciro Germano

Published in: on gennaio 19, 2011 at 06:51  Lascia un commento  
Tags: , , , , , , ,

Ottobre 2003 Bologna-Berlino


Mi senti?  Son qui che ti penso
sono qui,  tra le cose che ami
che spolvero e tengo ordinate
con semplici gesti, legami
di vite allacciate.
Tu ancora nel mondo a viaggiare,
io qui a dipanare l’attesa
sentendo ruotare stagioni
di vita in gran parte già spesa.
Lo so: questa pelle di madre
in simbiosi con il tuo respiro
ti va un poco stretta;
è già tempo di ali spiegate,
di nidi, di nuove covate.
Ma sappi: il mio cuore non muta
avrà solo un volto discreto
e addosso un abito nuovo
per questo spezzone di vita
che inizia ed ancora rimane;
e certo ad ogni tuo cenno
saprà rimbalzare.

Viviana Santandrea

Published in: on marzo 23, 2010 at 07:13  Comments (6)  
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , ,