Se tu vorrai sapere

Se tu vorrai sapere
chi nei miei giorni sono stato, questo
di me ti potrò dire.
A una sorte mi posso assomigliare
che ho veduta nei campi:
…l’uva che ai ricchi giorni di vendemmia
fu trovata immatura
ed i vendemmiatori non la colsero
e che poi nella vigna
smagrita dalle pene dell’inverno
non giunta alla dolcezza
non compiuta la macerano i venti.

FRANCO FORTINI

Published in: on novembre 16, 2011 at 07:41  Comments (3)  
Tags: , , , , , , , , , ,

Così ci presentiamo al mondo

Cari cantieristi, settembre è il mese della vendemmia, il momento di cogliere il frutto della propria fatica e gioire per una nuova annata brindando al vino nuovo che presto riempirà le botti e allieterà le nostre tavole! E la vigna di Roberta come sempre dà un vino DOC che non tradisce! E’ uscito, fresco fresco dal suo… torchio poetico, un nuovo  libro che raccoglie alcune tra le sue più belle poesie: si tratta di “Così ci presentiamo al mondo”, edito dalla GDS, con prefazione della nostra Tinti Baldini. Per farlo vostro non avrete che da rivolgervi direttamente all’autrice, che sarà lieta di accontentarvi nella sua qualità di…distributrice!

Così ci presentiamo al mondo

di Roberta Bagnoli
GDS Edizioni
ISBN: 978-88-96961-31-5I
Pagine: 62
prezzo: €10,00

§

E’ la stessa Roberta che vuole ringraziare tutti i suoi estimatori presentandovi la sua nuova “creatura”, che spero avrà tutto il successo che merita:

Carissimi amici

è con grande gioia e soddisfazione che annuncio a voi tutti la pubblicazione del mio nuovo libro di poesie “Così ci presentiamo al mondo”. Ringrazio con tutto il cuore l’artista Irene Klein per il suo magico disegno in copertina e la poetessa Tinti Baldini per avermi omaggiato con una speciale e approfondita prefazione. Ne sono davvero felice ed orgogliosa, grazie cari amici e grazie a tutti voi per la gentile attenzione.

Roberta Bagnoli

§

La silloge “Così ci presentiamo al mondo” di Roberta Bagnoli inizialmente si legge tutta d’un fiato quasi fosse un dialogo a braccio in versi che l’autrice porge a fiotti, con il cuore in mano al lettore che ne rincorre i versi per placare dolore e trovare voce di speranza. Poi occorre, per penetrare al meglio nella sua poetica, nel suo profondo mondo interiore, soffermarsi e assaporare pian piano, senza fretta, con l’occhio vigile ad ogni pausa, ad ogni cambio di ritmo, ad ogni parola, ché anche una congiunzione ha un senso lirico…

Tinti Baldini

Published in: on settembre 10, 2010 at 07:13  Comments (9)  
Tags: , , , , ,

Così tu verrai…

Come ogni sera tu verrai
ma non potrai fugare le mie ombre
verrai simulando certezza
ma ancora leggerò nei tuoi occhi la domanda.

Non ho risposte o non le posso dare
rodono ancora le antiche emozioni
rimaniamo così: olmo e vite
senza troppi perché
l’una all’altro aggrappati
nell’ultima stagione di vendemmia
un po’ dolce e un po’ aspra.

Viviana Santandrea

Published in: on giugno 12, 2010 at 07:14  Comments (3)  
Tags: , , , , , , , , , ,

Carestia

Petali caduti
uno ad uno
sulla terra i solchi
sterili
e carestia i dintorni.
La prossima stagione
mendicherà tra i pampini
la sua vendemmia
ma dalla coppa mescere
le lacrime
e la bottiglia ancora vuota.

Beatrice Zanini

Published in: on maggio 9, 2010 at 07:22  Comments (4)  
Tags: , , , , , , , , ,