Dolce sera

Ti attendo
alla mia finestra
sospesa nel vuoto
quando
il cielo si dilata
di blu – violetto.

Odo
i tuoi passi
setosi
frusciare
nel silenzio
denso
di malinconie.

San
di miele
i tuoi baci
mentre
mi cingi
collane indaco
a illuminare l’anima.

Graziella Cappelli

Published in: on maggio 14, 2012 at 06:55  Comments (13)  
Tags: , , , , , , , , , ,

Vigna d’autunno

Montagne dai piedi soffusi
e capelli imbiancati
incorniciano il quadro
violetto azzurrino
della vigna sfiancata
sgravata dal peso.

Lorenzo Poggi

Published in: on gennaio 3, 2011 at 07:34  Comments (4)  
Tags: , , , , , ,

Sereno

Non una nuvola
questa mattina
nella coppa cristallina
del cielo.
Il sole vi disegna
fili d’oro e d’argento impastando
sullo sfondo l’azzurro e il turchese,
il violetto e il rosa.
Lo sguardo si spinge lontano
alla cerchia dei monti,
bianca corolla dell’orizzonte,
stagliata in una luce perlacea,
mentre ascolto i fremiti
del vicino mare danzante
spumoso e flessuoso
su infiniti raggi adamantini.
Nella coppa s’immergono
solo gli abitanti del cielo
e dell’aria: gabbiani, su in alto,
verso l’azzurro; gazze chiassose,
tortore e colombi tubanti più in basso.
E tutti bevono il nettare di luce.

Nino Silenzi

Meglio ti vedo – al buio –

I SEE THEE BETTER – IN THE DARK –
I do not need a Light –
The Love of Thee – a Prism be –
Excelling Violet –

I see thee better for the Years
That hunch themselves between –
The Miner’s Lamp – sufficient be –
To nullify the Mine –

And in the Grave – I see Thee best –
It’s little Panels be
Aglow – All ruddy – with the Light
I held so high, for Thee –

What need of Day –
To Those whose Dark – hath so – surpassing Sun –
It deem it be – Continually –
At the Meridian?

§

Non mi serve una luce –
L’amor di te – è un prisma –
Che oltrepassa il violetto –

Meglio ancora ti vedo per questi anni
Che s’inarcano in mezzo –
Con la lampada può – il minatore –
La miniera annullare –

E nella tomba – ancor meglio ti vedo –
Le sue corte pareti
Ardono – tutte rosse – della luce
Da me tenuta, per te, così alta –

A che mai serve il giorno –
Per chi nel buio – un sole ha – così eccelso –
Che sembra restar su – perpetuamente –
Sul meridiano?

EMILY DICKINSON

(Traduzione di Letterio Cassata)

Published in: on febbraio 4, 2010 at 07:06  Comments (1)  
Tags: , , , , , , , , , ,