Tramonto

Dorme la campagna

nella silenziosa sera.

Mestamente si va

incontro al tramonto.

Vuoto il calice

del dolore,

pur l’ultima goccia

ha lasciato il fondo.

Trema il vento

soffiando più forte.

Foglie non trova

nel solitario viale.

Il vecchio parla piano

guardando il cielo, spera.

Tace il ragazzo accanto,

smarrito si offre al vento.

 

Liliana Tuozzo

Annunci
Published in: on novembre 16, 2018 at 06:52  Lascia un commento  

Eppure amo

Anche quando non so d’amare,

io amo.

In quest’aria rarefatta di veleni

che ingoia il respiro.

L’amore mi sfiora

incontro gentile.

Nel buio incerto

brilla una lacrima d’amore.

Combatte intense battaglie

un amore che ferisce ma non muore.

Ogni pallida gioia, ogni intenso dolore

prende e dona un cuore che ama.

E mi stupisce

mi lascia senza parole

quando a dismisura

l’amore cresce.

Oltre ogni battito

al di là dell’immensità.

Il dono di questo amore

che fonde scambievole

ci rende necessari

ci fa vivere intensamente

l’uno per l’altro.

 

Liliana Tuozzo

Published in: on novembre 8, 2018 at 06:51  Comments (2)  

Dove sei

Quale nullità nasconde

la vana ricerca.

Eppure hai brillato

dal buio all’infinito

aprendo brecce impercettibili

su asfalti disastrati.

Parole, sorrisi,

bagaglio a mano

da trascinare inerte.

Lacrime da annullare

asciugandole al sole.

Gente comune seduta su sogni

stelle svaporate di mattini scuri.

Non senso aver amato

non senso la tua triste occupazione.

 

Liliana Tuozzo

Published in: on novembre 1, 2018 at 07:45  Comments (2)  

Senilità

Immenso corridoio ingombro

dove fatichi a camminare.

C’è sempre qual cosa che manca.

Sempre.

Dagli occhi in secca son perduti i sogni.

Dal cuore in pausa cancellati i ricordi.

La vita a un passo è solo un miraggio.

Stai lì a vederla passare, immobile.

Scivola via, vola via senza te

ti lascia smarrito.

La vita è immensa, ma non ti appartiene.

Un sogno preso a prestito

da un altrove sconosciuto.

Aspettare, un amore, un bambino

Ora solo un’ultima dimora.

Quante immagini si sono svelate

con colori o sfumate.

Quadro non è non ha dolcezza né furore.

Solo un disegno di un bizzarro pittore.

C’è sempre qual cosa che manca.

Sempre. E ti lascia solo.

 

Liliana Tuozzo

Published in: on ottobre 26, 2018 at 07:41  Comments (1)  

Senza te

I sogni erano tappeti di luce

avevano brillio di gioia.

Tu bevevi dai miei occhi immagini

dalla bocca mia prendevi sapori.

Io da te spiluccavo saggezza

mordevo dal tuo cuore dolcezza.

Una grigia mattina ti ha rapito

inghiottito nel suo ventre capace.

Ora nulla sono se non respiro

che si affanna a cercarti.

E briciole raccolgo, ma son poche

vago in cerca di te e non ti trovo.

Roteano nell’aria foglie sciupate

sibila il vento vorticando

Soffia il silenzio cocci di parole

Tagliano l’aria bramose

e annegano in gola.

Stupido il cuore le raccoglie ancora.

Passerà il vento, tornerà l’assenza.

 

Liliana Tuozzo

Published in: on settembre 18, 2018 at 07:38  Comments (2)  

Ricordi

Prati di papaveri

ricordo di giochi lontani.

stelline sulla fronte

tatuaggi fugaci.

La rossa distesa attraverso.

Al largo mi difendo

troppi indefiniti spazi

voglia di luce viva.

Rena mi artiglia greve

stretta mi tiene in fondo

Mulinelli di vortici

ingoiano ferite.

Giunchi riversi

sopra colline dolci

cullati dal vento

afferrano il sole.

 

Liliana Tuozzo

Published in: on settembre 11, 2018 at 07:35  Comments (4)  

Madre

Anelo la tua voce, Madre.

Ignara figlia del tempo

vago in cerca di te.

Mi scruti dentro

so che ci sei

ma non rispondi.

A lungo ascolto quel silenzio

che la voce tua non infrange.

Dai tuoi occhi cilestrini

bevo gocce che sanno di sale,

riflesso di sogni infantili

ormai svaniti.

Aspiro i tuoi effluvi

dolci d’amore

acri di dolore

che repentini fuggono.

Il cuore grida tenero.

Lo sguardo va oltre

quel raggio di luce.

Respiri ansiosi tagliano l’aria

granella che parla di te.

Incontrerò il tuo sorriso

in un sogno

dove tutti vivranno

per sempre.

 

Liliana Tuozzo

Published in: on settembre 2, 2018 at 07:32  Comments (4)  

Ci sono giorni

Ci sono giorni

che cadono sul cuore

pesanti.

Accartocciano istanti

Svaporano tristezza

ristagnano nell’aria

inermi.

Rovinìo di parole

invade il silenzio

violando il vuoto

stridente.

Assente la faccia

si guarda.

Vorrei rinascere

Adesso.

 

Liliana Tuozzo

Published in: on giugno 30, 2018 at 07:30  Comments (4)  

Soffio di primavera

Ecco germogli nuovi.

Sfaccettano visioni diluiscono dolori

s’intingono d’azzurro.

Piedi di velluto carezzano il prato,

corrono lieti

primule li sfiorano.

Le foglie riannodano legami già noti

attingendo voraci all’eterna linfa.

La bocca corallo assapora il sole

la pelle si perde in vaghi sussurri.

Brividi ignari si affacciano.

Nell’acqua ammiccano distratte ninfee.

La mente confusa si ritrae nel silenzio

stordita da un intenso profumo di mimosa.

Mancano gioie, speranze falsi amuleti.

Valentina sul prato divide fili d’erba.

Infine si offre al cambiamento.

Nuova gemma del domani

aspetta il suo soffio. Se verrà.

 

Liliana Tuozzo

Published in: on giugno 24, 2018 at 07:27  Comments (4)  

Magari avere te

Magari avere te

che scolpisci istanti.

E vita che brilla

intensa e preziosa.

Magari osservarti

nel silenzio innaturale

sciogliere nodi di tristezza

prigionieri nei tuoi occhi.

Magari dare

senza chiedere niente.

nei precari equilibri

che diventano forza.

Magari non doverti cercare mai

perché tu ci sarai sempre

e solo stare insieme

dà un senso ai nostri passi.

 

Liliana Tuozzo

Published in: on giugno 16, 2018 at 07:23  Comments (4)