Ho ancora tanta vita

Ho ancora tanta vita
tra le mani
da lasciare andare
come sabbia tra le dita
che altri hanno tra i denti.

Maria Attanasio

Annunci
Published in: on giugno 8, 2018 at 07:34  Comments (2)  

Serenità

Si cerca per tentativi
come un rimedio naturale
per certi dolori mattutini,
si cerca come una virgola
da mettere giusta
in mezzo alle parole,
nei giochi calmi dei bambini,
nell’onda lieve
che arriva sulla spiaggia.
Chi non vorrebbe, almeno per un momento,
essere sereno
come il fiore fiero che nasce dall’asfalto?

Maria Attanasio

Published in: on maggio 27, 2018 at 07:46  Comments (1)  

I “grandi temi” della vita

Ogni segno che poi si scolora,

la mia bimba che s’innamora,

il pianto di un figlio nella notte

e mia madre che si fatica la vita e la morte.

Un bisogno estremo di serenità

e il denaro che scarseggia sempre,

il pessimismo latente

e l’ottimismo forte nelle gambe.

Davanti al mare e capire pochissimo,

le spalle al sole perché da qualche parte si deve ricominciare,

il verso lungo e libero,

la testa sul cuscino

e a volte non ricordo le parole del Padre Nostro.

La tua voce al telefono fredda

come una notte d’inverno,

il vento che sbatte sulla mia finestra.

Le parole come pietre o piume

ogni cosa dipende,

le “scritte” sulla pelle

povere cose uniche che mi porterò dietro.

600 km separano la mente da quello che il cuore davvero vuole,

stanotte poi domani per ricominciare,

un giorno alla volta e tutto fa meno male.

 

Maria Attanasio

Published in: on maggio 13, 2018 at 07:46  Comments (1)  

Poesia

Tu mi sei

spia di dolore,

di sonno disturbato

pieno di sogni

che virano all’incubo.

Passerà come tutto passa

mietendo vittime,

sfornando illusi vincitori.

 

Maria Attanasio

Published in: on maggio 9, 2018 at 07:17  Comments (5)  

Incanto

Anche tu sei incanto
con le mani cariche di lavoro e vene,
tu che sposti pietre per case non tue,
tu che scegli una mela alla volta
e ne compri tre,
tu che guardi le vetrine
passando oltre,
tu che sai riconoscere la tenerezza dagli occhi,
tu che allo specchio non ti riconosci,
tu che apri lentamente la posta
e c’è, in ogni caso, una sorpresa,

anche tu che leggi rubando minuti al giorno,
tu che metti insieme pranzo e cena con fatica,
anche tu sei incanto, senza retorica.

Maria Attanasio

Published in: on maggio 4, 2018 at 07:14  Lascia un commento  

Un vento

Aspettati un vento improvviso
di terra, un vento per i panni stesi ad asciugare,
un vento di odori così pieno di ricordi
che può fare solo male.
Aspettati un vento e proteggi la pelle,
copri le spalle in questo andare
che è un po’ tornare dove non sai,
dove sei pronto a ritrovare le mani
e i passi, i punti e le virgole di discorsi
che vile e sorpreso, non hai fatto mai.

Maria Attanasio

Published in: on aprile 21, 2018 at 07:17  Comments (1)  

Rammendi

Per esempio riparare il cuore
riempendolo di parole buone,
antiche o seminuove
parole di un altrove,
oppure d’oltre
e ribadire che quasi mai
c’è spreco d’amore
fino a crederci e ricominciare.

Maria Attanasio

Published in: on aprile 7, 2018 at 07:11  Comments (1)  

Domani

Domani sarà un altro sogno
un altro segno un altro passo
un altro sbaglio un volo a planare
una giornata al mare
al mercato a rubare
a disperdere le ceneri
domani sarà un vulcano
domani sarà la linea della vita
che solca la tua mano
domani sarà mia madre
domani mi piacerà
domani sarà l’artista, il poeta
il killer professionista
domani sarà la miglior poesia
domani sarà la metrica giusta
domani sarà la doccia che funziona
domani sarà il cane che abbaia
domani sarà pioggia che disseta la terra
domani sarà la mia faccia contenta
domani sarà l’amore che schianta
domani sarà lo stupore
un uovo che si schiude un uccello che beve
domani sarà l’avanguardia che passa
domani sarà la fine della Messa
domani sarà la Rivelazione
domani finirà la tempesta
domani ucciderò la Bestia
domani collasserà la guerra
domani si fermerà la Terra e siamo fuori dal giro
domani sarà pentimento
domani è passato nemmeno lento.

Maria Attanasio

Published in: on marzo 26, 2018 at 07:28  Comments (4)  

Segni

Avevo messo un segno
ma non so più per ricordare
chi o cosa,
forse un amore
o una bestemmia a mezza voce,
forse la parola ”guaglione”
che tanto mi piace,
o quella pagina di un libro
che narra dell’estate,
la stessa estate di ore a camminare
senza un posto dove andare
ma era così bello
mettere un piede dietro l’altro
a fare passi.

Maria Attanasio

Published in: on marzo 13, 2018 at 07:09  Comments (4)  

Vorrei un silenzio assoluto

per poter sentire
il grano crescere nei campi,
il lavoro nel legno dei tarli,
la prima goccia che cade
di un temporale estivo
perché è lì che ora sei.
Vorrei poter sentire il suono di un attimo
mentre mi passa sulla pelle,
il rumore del seme gettato
a fecondare la terra
perché è lì che ora sei,
ed in me cresci
e nel cuore mi batti
ed allora ti sento
e nel sentirti mi pento
di essere stata per così tanto tempo
con le spalle girate al mondo,
perché è nel mondo che sei,
nella vita che continua,
nella morte che non perdona nessuno,
ed essere uno tra tanti

è meglio di uno zero assoluto,
perché negli altri ora sei,
in mani che non stringerò
su labbra che non bacerò,
ma sento nel silenzio assoluto
che con le parole come per magia, m’invento.

Maria Attanasio

Published in: on febbraio 26, 2018 at 07:12  Comments (3)