Alla fine

Alla fine
dovrò verificare
in quale primo angolo del cuore
ti ho perso
e se è stato perdere facile.
E poi mi consolerò con le parole
e guarderò negli altri angoli dove pure sei
a fare danno.
Chissà quando sei entrato
e se quello che hai trovato
valeva la pena distruggere
e mettere me a ricostruire.

Maria Attanasio

Annunci
Published in: on febbraio 15, 2018 at 06:50  Comments (5)  

La fine dell’estate

La fine di quest’estate
mi troverà meno sola di sempre,
in un giorno di Settembre
dopo che avrò scritto
ventiquattro poesie inutili.

La fine di quest’estate
sarà l’inizio
di un autunno di altre fiamme.

Maria Attanasio

Published in: on febbraio 3, 2018 at 07:12  Comments (5)  

Capita che il male

non sia che necrosi del bene,
poi ti faranno sapere
in quanti altri modi potrebbero, volendo, colpire.
Non è paura quella che ti s’incista dentro,
è delusione corrosiva,
un disinnamoramento per la vita,
ti accompagna con le omissioni,
le altrui opinioni su come continuare
senza scegliere, finendo per non capire.
Capita che il male

sia così sorprendente per come arriva
e da chi arriva, che ti viene
una voglia di Assoluto
che comincia a scorrerti nelle vene
e tu ti lasci inondare nel tuo stesso interno
unico che ti possa salvare.

Maria Attanasio

Published in: on gennaio 22, 2018 at 07:24  Comments (6)  

Stelle

Milioni di stelle e solo di poche conosco il nome,
milioni di uomini e di pochi conosco le storie,
storie che si sfrondano come alberi in Autunno
sotto i miei occhi
e non bastano parole ad eludere l’inganno
di una vita sola
che mai sarà abbastanza.

Maria Attanasio

Published in: on gennaio 8, 2018 at 07:49  Comments (3)  

Disincanto

Svelato l’arcano
è il vuoto della mano
che turba,
scoprire finalmente lo stile
di gente che si è fatta furba
e mostra il suo lato più vile.

Sono passati gli anni tutti
sulla mia pelle,
i punti delle cicatrici
sembrano stelle.
Adesso che il futuro

è davvero un’ipotesi,
lo sguardo duro
ci ha fatti tutti difettosi.

E a cosa serve poi
ristabilire la verità
su di me, su di noi,
se la gente crede

solo a quello che la fa sentire

al sicuro.

Maria Attanasio

Published in: on dicembre 28, 2017 at 06:56  Comments (1)  

L’amore è un gioco a perdere

Dicono che si perde sempre,
forse no, c’è chi aspetta con ansia Settembre
ad esempio quelli che non amano il caldo
e in qualche modo vincono poi
quando l’estate li lascia finalmente dormire.

Dicono che si perde sempre,
forse no, più grande l’amore
più sono i pezzi poi da rimettere insieme,
bene sarebbe non avere orecchie
per ascoltare le malelingue.

Dicono che si perde sempre,
ma solo quello che poteva essere
non sempre sarà, i nostri occhi cambiano sclera
e non ce ne accorgiamo.
Dicono tante e troppe cose
quando sarebbe meglio tacere.

Maria Attanasio

Published in: on dicembre 12, 2017 at 07:30  Comments (4)  

Dalla croce all’ulivo

Se ti mettessi un dito nell’occhio mi vedresti meglio?
Però t’accorgeresti di me e del vento che mi porto dietro
Dovresti pur dire qualche parola senza per forza
Darmi la tua croce che se vuoi la reggo
Ma al primo fosso ti pianto
Un albero d’ulivo che crescerà forte ed onesto
Come un bambino
E non sarà né tuo né mio ma della terra che lo accoglierà
Del sole che lo scalderà

Del vento che lo farà giocare

Del frutto che lo farà sperare.

Maria Attanasio

Published in: on novembre 29, 2017 at 07:39  Comments (5)  

La poesia che non meriti

Forse te la scrivo davvero
la poesia che non meriti
quella che ti spedisce nell’infinito
senza che io ti tocchi con un dito,
quella che mi assolve dalle menzogne,
quella che mi riveste.
Magari te la scrivo
la poesia che non meriti e dimentico

ricomincio, mi riprendo
tutto quello che ho perso lungo la strada.
È giusto che io ti scriva
la poesia che non meriti
quella che fa di conto
e mi dà il resto.

Maria Attanasio

Published in: on novembre 18, 2017 at 06:57  Comments (2)  

… poi non è mai stato semplice

… poi non è mai stato semplice
dividere il pane e il sonno,
raccontare su altre ciglia
passioni adolescenti e buchi nelle scarpe,
di certe rime a sorpresa e storie nemmeno cominciate.
E non era semplice moltiplicare ore bastevoli,
rubare prospettive agli occhi
e chiamare tutto Amore,
ripulirsi dal sangue e andare.

Maria Attanasio

Published in: on novembre 5, 2017 at 06:55  Comments (3)  

L’amore mio come acqua zampilla

L’amore mio come acqua zampilla,
in qualche corpo s’impiglia,
poi torna bambino
gioca con un aquilone
in cielo lo lascia volare.
L’amore mio è così povero
che misura il respiro,
trattiene memorie,
ma sa farsi pane per la fame.
L’amore mio si è dato tempo
per svelare ogni inganno,
scrive se stesso di notte
di giorno s’imbatte
in altri e troppi amori
fa strage, semina dolori.

Maria Attanasio

Published in: on ottobre 21, 2017 at 07:32  Comments (4)