Aliante

Nata per avere le ali
sfioro a piedi nudi
questa distesa di terra
senza lasciare orme
del mio passaggio.

Sandra Greggio

Annunci
Published in: on giugno 9, 2018 at 07:13  Comments (6)  

I nostri amici vittoriosi

Cari amici, ancora una volta e con grande piacere, vi informo che il nostro strepitoso Santi Cardella ha meritato corona d’alloro essendosi classificato al primo posto nel prestigioso Concorso Internazionale di Poesia, Narrativa e Saggistica “Veretum” nella sezione poesia in vernacolo, con la bellissima

’U gira…suli

Sicilia, ’nta ’n’aricchia t’aiu a parrari

d’un misteriu ca tegnu dinta o cori

fattu ca nun mi fa cchiù arragiunari:

dunni va ’u suli quannu scinni e mori?

S’ammuccia nicu nicu ’nta li grutti

di li vulcani sparsi sutta ’u mari,

astuta a luci e nni fa fissa a tutti

ca arristamu alluccuti a talïari?

Ma doppu comu fa ’stu schifïusu

a spuntari ’nto cielu suspirannu

supra i pissiani dunni sta Maria?

e dda mi lassa stupitu e cunfusu

quannu s’affaccia tenniru e cantannu

sutta a li cigghia di la bedda mia!

 

Santi Cardella

Il prossimo 9 giugno, presso il palazzo L. Romano di Patù (LE) riceverà una pioggia di meritatissimi applausi, ai quali unisco i miei, assieme a vivissimi complimenti per la sua grande arte. Caro Santi, questa tua strepitosa serie di successi lascia piacevolmente stupiti e, ormai conoscendoti, restiamo in attesa d’applaudirti per ulteriori tue imprese letterarie.

Ma Santi non è il solo ad aver conseguito un importante riconoscimento: cari amici ho il grande piacere di informarvi che la nostra Sandra Greggio nella terza edizione del prestigioso e affollatissimo Concorso Internazionale di Poesia “L’infinito” di Vergato (BO) si è classifica al quarto posto, a pari merito con altri valenti poeti, ed in presenza di 260 partecipanti con 600 composizioni. Questa la bellissima poesia oggetto dell’onore attribuitogli da una qualificata giuria:

Sabbie mobili

Ti ho seguito
nel tuo gioco proibito,
ti ho seguito
come un’onda segue altra onda
spingendola.Onda dopo onda,
bacio dopo bacio
ti ho seguito,
e mi son ritrovata in alto mare

…non sapendo nuotare.

Sandra Greggio

Alla nostra ottima Sandra i più vivi complimenti per questa brillante affermazione e, restando in attesa di altre sue affermazioni letterarie, mi unisco agli scroscianti applausi da lei ricevuti il 26 maggio scorso nel corso della cerimonia di premiazione.

Piero Colonna Romano

Published in: on maggio 31, 2018 at 18:03  Comments (7)  

La rosa

E’ l’imbrunire,
andiamo da mamma,
ci aspetta.

Ho in mano una rosa,
la deporrò sulla sua Casa,
in Cielo.

Sandra Greggio

Dedicata a chi mi ha preceduto

Published in: on maggio 28, 2018 at 06:52  Comments (2)  

Dimostrerò

che si può volare
anche senza ali
ma col pensiero,
che si può stare a galla
anche senza saper nuotare,
affidandosi con fiducia
al movimento delle onde,
calmo, placido, tranquillo.

Dimostrerò
che se la sarta è brava
si può indossare
anche un vestito stretto,
che le scarpe a punta sono belle
anche con i piedi doloranti.

Dimostrerò
che si può ancora urlare
ma di piacere
non di dolore.

Sandra Greggio

Published in: on maggio 17, 2018 at 07:31  Comments (11)  

Donarsi

Cosa resta di me? Della mia anima?
A te che eri in lacrime
ho donato il mio pianto.
A te che eri sofferente
ho sofferto con te.
La mia solitudine ed il mio aiuto
a te che invano lo cercavi.
A chi invocava sollievo
ho fasciato le piaghe.
A te che zoppicavi
ho offerto il mio braccio.
Quando dovevi portare pesi
ho fatto a metà con te.
Cosa resta della mia anima?
Ho donato i miei sentimenti.

Ed ora non sono più
la stessa persona.

Sandra Greggio

Published in: on aprile 23, 2018 at 07:27  Comments (4)  

Primavera in me

Fammi sentire Primavera,
non esserlo solo nella natura,
nei verdi prati e negli alberi in fiore.

Fammi sentire Primavera,
dentro di me, nel mio cuore,
che da un anno ti aspettava.

Fammi sentire di nuovo Primavera,
entra nel mio corpo infreddolito,
scaldalo con i raggi di un sole novello.

Fammi sentire Primavera,
liberami dalla prigionia dell’Inverno,
fammi rinascere in me, con te.

Sandra Greggio

Published in: on aprile 8, 2018 at 07:23  Comments (9)  

Il tuo nome

Non mi stancherò mai di dirti
che hai un bel nome,
perché è un nome fiorito
di gelsomino e dell’oro
dei campi di grano,
innamorati del rosso dei papaveri.
È un nome che profuma
di primavera e di borotalco.
È il nome che si sussurrano gli innamorati,
aspettando le stelle cadenti,
mentre i grilli cantano la serenata.

Sandra Greggio

Published in: on marzo 27, 2018 at 07:47  Comments (5)  

Il volto della neve

Vieni sul mio volto, neve,
non aver timore,
accarezzalo delicatamente,
fiocchettalo come vuoi.

Scendi su di lui
qual farfalla, or leggera
ora impazzita di vita.

Tu piaci al mio volto,
lui ti ha atteso tanto
ed ora finalmente
si offre tutto a te.

Non vedi?
E’ il volto di quando
ero bambina felice
in braccio a papà.

Sandra Greggio

Published in: on marzo 13, 2018 at 07:12  Comments (11)  

Preghiera

L’avevo chiesto alle stelle
vi prego, fate sempre luce per me,
ed invece in piena estate,
ecco una pioggia che cade.

L’avevo chiesto alle chiome degli alberi
continuate, vi prego, a fare ombra per me
ed invece in autunno
mi han tradito col vento.

L’avevo chiesto ai fiori
non appassite ma rallegratemi
ed invece han chinato il capo
e nell’imminenza dell’autunno
mi hanno lasciato.

L’avevo chiesto agli amici
vi prego, ho tanto bisogno di voi
ed invece mi hanno tradito
lasciandomi sola sulla nera terra.

Sandra Greggio

Published in: on febbraio 26, 2018 at 07:16  Comments (6)  

Meraviglioso amore

Non ce lo siamo mai detto
ma si sapeva.
Traspariva dagli occhi lucenti,
dalle mani sudate,
dall’incrocio di parole
pronunciate nello stesso istante,
dai silenzi più eloquenti
di tanti discorsi,
dagli sguardi incrociati,
dalle lacrime ferme sul ciglio
degli occhi da dove poi uscivano
nello stesso istante.

Non ce lo siamo mai detto
ma se lo avessimo fatto
non sarebbe esistito
il nostro meraviglioso amore.

Sandra Greggio

Published in: on febbraio 15, 2018 at 06:54  Comments (13)