Cadono le ombre della sera

 

Cadono le ombre della sera
lunghe, serrate,
di buio avvolgono il corpo e la mente.
Tu apri la finestra che dà a ponente
perditi nel cielo d’amore.
Bevi il miele stillato dai petali
del loto che hai in cuore.
Lascia che ti penetrino
le onde del mare, le onde
di splendore.
Ascolta, un suono di conchiglie, di campanelli
si leva dalle acque.
Kabir dice: «Fratelli,
è Dio in questo vaso, in questo mio corpo».

KABIR  (Poeta e mistico indiano, 1440-1518)

Annunci
Published in: on gennaio 10, 2010 at 07:02  Comments (4)  
Tags: , , , , , , , , , , ,