Capisco, vecchi, la solitudine che vi fa stare all’ombra

perché il sole è troppo caldo per un cuore stanco.
Rintanati nelle case, dalla seggiola di legno fate
capolino alla finestra. Con gli occhi semichiusi
e la mano tesa sulla fronte, sbirciate il parco,
dove giovani ignudi vi rammentano che l’ombra,
nasconde solo ciò che non si è vissuto.

Simone Magli

Published in: on luglio 26, 2017 at 07:41  Comments (4)  

Povero ma ricco

Io non so cosa sia questa paura che mi tiene legato alla giostra,
che mi fa battere a macchina con le mani sudate un tormento che non voglio,
ma se mi apri la porta dell’amore giuro che mi farò bastare il tuo sorriso
al mattino e il tuo broncio alla sera.
Mostrami le lettere di quella parola che dici sottovoce, fingendo di non saperla,
versa la cenere del mio abito grigio in un piatto e soffiala alla luna,
tu che sai come si accende una luce senza pensare,
tu che sai amare senza domande. Portami via da una stanza con le pareti,
voglio invecchiare nel vento per vedere i tuoi capelli danzare
all’ombra di tutti i perché.

Simone Magli

Published in: on luglio 14, 2017 at 07:46  Comments (4)  

Mi sento solo come un ladro

che la notte non lo vuole.
Ho un buco nel cuore così grande,
che, seppure lo riempi,
alla svelta si vuota.

Simone Magli

Published in: on giugno 28, 2017 at 07:22  Comments (10)  

Un motivo

113653561be

Rosi da pensieri,
occhi persi e
cuori strizzati,
cerchiamo
un motivo per
amare
la nostra imperfetta,
sconosciuta storia.

.
Simone Magli

Published in: on giugno 12, 2017 at 07:19  Comments (8)  

Cosa cercheremo mai?

<<Cosa cercheremo mai,
benedette anime smarrite?>>
<<L’amore per noi stessi!>>-
risponde il mio vulcano –
<<L’amore per noi stessi!>>.
Perché è così difficile amarsi?
Io penso sia l’uomo
a soffocare i battiti
per via di quella mortale
paura
di sentire un giorno
l’ultimo.

Simone Magli

Published in: on maggio 28, 2017 at 06:57  Comments (10)  

Mi sento solo come un ladro

che la notte non lo vuole.
Ho un buco nel cuore così grande,
che, seppure lo riempi,
alla svelta si vuota.

Simone Magli

Published in: on maggio 9, 2017 at 07:34  Comments (6)  

Ogni giorno

nuova vita
ribolle
paura,
teme
solitudine,
spera
amore.
Come si riempie
il pozzo della notte?

Simone Magli

Published in: on aprile 22, 2017 at 07:44  Comments (9)  

Il treno è fermo in stazione

Dalla banchina osservo i volti
incollati al finestrino del tempo:
un vecchio vagone sbuffa
il vapore di sogni lontani.

Simone Magli

Published in: on aprile 8, 2017 at 07:22  Comments (6)  

Ricordo d’infanzia, ricordo d’amore

Affamato di sogni e nostalgia
mi rotolo su campi di grano nell’infanzia del mio cuore
cercando lei che mi sorrideva
venendomi incontro col gelato nella piazza del paese.
E’ un ricordo d’amore che viaggia nella mia mente di uomo
mentre con le mani in tasca cammino fra le rovine del borgo.
C’è ancora la sua casa con la porticina verde:
due iniziali incise hanno sfidato il tempo,
così come due mani unite si sono divise nell’acquario del mondo.

Simone Magli

Published in: on marzo 24, 2017 at 06:53  Comments (7)  

Vorrei abitare sul divano del presente

guardare la tv (a parte “Forum” e qualunque canale
che mandi in onda un processo), fare briciole,
fare all’amore, fare alla lotta,
baciare, giocare, gridare,
fare e ricevere coccole e carezze.
Vorrei ci guardassimo negli occhi,
così vicino che ci scappi da ridere.
Stare insieme, qui, ora eppoi non lo so.

Simone Magli

Published in: on marzo 9, 2017 at 06:57  Comments (6)