Ci sono fiori

C’è un cammino oltre le parole

di scarpe senza suole, terra amara

e fiori muti di sorrisi sulla strada

l’ombra proiettata dai lampioni

nella fuga dei tramonti e il freddo

tra i cartoni e un cane per coperta.

Sai, ci sono bambini senza storia

tra vie chiuse senza il sorgere del sole

un gioco di coltelli e polverina bianca

le grida delle madri, scuole senza figli

e carni rosa vendute al macello della vita.

Ci sono fiori nati tra le pietre e fili d’erba

che non han mai visto piovere dal cielo

qualcosa che assomigli ad acqua pura

hanno corolle lievi e un caparbio stelo

a spaccare il muro dell’indifferenza

e il gelo di troppe effimere coscienze.

 

astrofelia franca donà

Poesia 2^ classificata alla IV edizione del Premio Letterario Città di Fermo

Annunci
Published in: on giugno 13, 2018 at 07:28  Comments (4)  

All’ombra dei sogni

Resto così

sotto l’ombra

delle mie incertezze

nei salici infuocati dal sole

nelle parole bruciate dal vento.

E tu che frughi nelle pieghe

dei miei sogni sgualciti

tra versi di pianto

e foglie cadute

tra i seni sudati

e le carezze invocate

sulla pelle dolciastra

di desiderio e poesia

le dita tra i capelli

parole spente nelle sere

come rose essiccate

-fiumi di pensieri-

E io che ascolto Mozart

seguendo vagiti di luna

mormorando d’amore

sulle albe dipinte

dei miei giorni folli

persa in questo tempo

che no so accarezzare.

 

astrofelia franca donà

Published in: on giugno 4, 2018 at 00:30  Comments (1)  

Ricordi in cornici d’oro

Dalle colline è una carezza agli occhi

il verde, nella corsa delle margherite

sorridenti nei cieli dell’estate.

Ricordi quel pennacchio nero

lungo la Sieve, l’incanto dei colori

al finestrino del treno sferragliante?

Inseguivamo il vento e non sapevamo

di rincorrere il sapore dei tramonti,

il bagliore rosso sull’increspatura del lago

e la trama ocra ricamata tutt’attorno.

Ricordo che pensai a un magico pennello

a Giotto al suo Cristo in croce tra le spine,

all’odore dei ligustri, al prugnolo, ai fiori bianchi

abbracciati al biancospino e al giallo del corniolo.

Poi ci vennero incontro con le luci da toccare,

le case disegnate nella sera, l’odore della cena,

il pane sulle tavole e i racconti ancora caldi

di pastori e nobildonne lasciati a riposare

tra cornici e canti profumati di bellezza.

 

astrofelia franca donà

Poesia 3^ classificata (sezione a tema Mugello), al V Premio Internazionale Letterario e d’Arte “Nuovi Occhi sul Mugello”

Published in: on maggio 27, 2018 at 07:19  Comments (2)  

E non morire mai

Quante foglie rosse han piovuto
e gli aceri han sparso nel respiro
di settembre, negli occhi del tramonto
e lo sguardo oltre l’invisibile orizzonte.
Potremmo raccontare anche di noi
dell’abbraccio nella quiete della sera
la carezza docile dell’onda sulle dita
e le orme lasciate a riposare sulla riva.
Potremmo lasciar ancora piovere
le foglie e bere luce ad ogni sole
immaginare che non finisca il cielo
toccarci fin dentro il cuore e non morire
mai, davvero.

astrofelia franca donà

Published in: on maggio 12, 2018 at 07:35  Comments (2)  

Erano le viole

Passata, la stagione delle viole
il fiato dell’amore appena nato
dei vespri inventati a sera
a coprire col buio i primi baci.
“ Ricordi amore” cantavi
e intrecciavo a te i miei rami
nella promessa della carne
le parole maturate insieme al grano
e al dolore delle piante, le nostre rose
guardate insieme e coltivate tra le spine.
E poi il verso degli uccelli e il viaggio
insieme tra stesse nuvole e intemperie
roccia e vento e sguardi al mare
– non chiedo che un ritorno –
L’ardore che si tramuta in tenerezza
è la rosa custodita dentro a un libro
nelle pagine che noi abbiamo scritto
“non ci lasceremo mai”
canta l’ultimo fiato della neve
e già tremano le viole.

 

astrofelia franca donà

Published in: on maggio 7, 2018 at 06:59  Comments (1)  

Detriti d’amore

Senti come piange
la sera
appoggiata al tavolino del bar
ad aspettare un amore
che promette
e non verrà mai.
Senti com’è vuota la sedia
la mia giacca buttata
di sopra
un collo d’animale scuoiato
senza vita come me questa sera.
Un altro bicchiere di vino
per ingannare l’attesa
per inventarmi un incontro
un migliaio di baci
e un orgasmo
tra i detriti d’una vecchia poesia.

astrofelia franca donà

Published in: on aprile 30, 2018 at 07:35  Comments (3)  

Aspettavo la pioggia

Mi bruciava

quel sapore rimasto negli occhi

e aspettavo la pioggia

così come si aspetta un ritorno.

Calpestavo l’attesa

stropicciando le lune

lo sguardo alla finestra

e i giorni sembravano fiori nell’aria.

Ora piove e non so cosa sia quest’attesa

forse sono i ricordi,

forse sono io che aspetto

ancora

 

astrofelia franca donà

Published in: on aprile 19, 2018 at 07:36  Comments (1)  

Silenzio in sala

Un drappo rosso

e il respiro del vento

nuvole sedute

ad aspettare la sera

solito spettacolo

senza biglietto

silenzio in sala

domani si replica

 

astrofelia franca donà

Published in: on aprile 5, 2018 at 06:57  Comments (3)  

Il colore della guerra

Non ho vestito mai i colori della gioia

i drappeggi rossi e oro della seta

che accennano alle curve del domani.

Indosso un basco militare

un’uniforme a chiazze verdi e ocra

con tasche troppo grandi e vuote

in cui affondo mani di bambina.

Mio padre con orgoglio d’ignorante

mi disse “sarai figlia della guerra”

mia madre, sotto al velo scuro,

chiuse gli occhi e tra le ciglia pianse.

Poi venni esibita in bella mostra

il fanatismo urlò nel grido della folla,

e l’uomo della guerra mi baciò

firmando la condanna, sulla guancia.

“A dio piacendo morirai per la tua patria

e con fierezza vestirai questa bandiera”

ed io restai muta tra le lacrime

– agnello pronto al sacrificio-

Le ombre della morte rubano l’aria

agli anni imputriditi senza infanzia

e non so più pregare.

 

astrofelia franca donà

Published in: on marzo 27, 2018 at 07:28  Comments (4)  

Il mio mondo sei tu

Che vuoi che sia

il resto del mondo

quando

il mondo mio sei tu

Briciole di battiti

il cuore tuo è l’universo

e l’attesa

è un giorno che ha il sapore d’infinito

 

astrofelia franca donà

Published in: on marzo 24, 2018 at 07:39  Comments (1)