Il ruscello

Scorre l’acqua

tra le mie dita

limpida e fresca

acqua di sorgente

scorre inarrestabile

impossibile trattenerla

scivola via leggera…

come la mia vita.

 

Sandro Orlandi

Published in: on marzo 6, 2017 at 06:54  Comments (9)  

Auguri!

(Per i nostri dieci anni)

Tremilaseicentocinquanta

giorni col sole

con te accanto

risvegli felici

abbracci d’amore

notti d’incanto

e sogni dipinti col cuore.

Si direbbero tanti

così caldi e sinceri

me li ricordo tutti

uno per uno

perché bellissimi e veri

Eppure se chiudo gli occhi…

sembrano cominciati solo ieri.

 

Sandro Orlandi

Published in: on febbraio 16, 2017 at 07:22  Comments (4)  

Crepa

vettore

C’è una crepa sulla montagna

un crepaccio sul Vettore

forse è il monito a ricordare

qual è poi il vero dolore

a quell’uomo che con arroganza

scambia l’elemosina per l’amore

ruba, uccide per denaro

con inganno e tracotanza

e per potere svende il cuore.

Ora è chiuso nella sua paura

quella sì per tutti uguale

ora piange e si dispera

si rifugia insieme gli altri

mentre intorno la terra trema.

Non la fama, perciò, né la gloria

il successo, l’umano ingegno

lo spocchioso voler restare

protagonista nella storia.

C’è una crepa sulla montagna

un crepaccio sul Vettore

contro ogni logica evidenza

c’è chi pensa già al futuro

forse è una crepa di speranza

per un uomo e un mondo migliore.

 

Sandro Orlandi

Published in: on novembre 25, 2016 at 07:39  Comments (9)  

Con te

Di giorno fai risplendere

ancora di più il sole

le nuvole si diradano

quando mi abbracci

mi doni pace e calore

Ma è di notte

che ti amo anche di più

quando come in bel sogno

mi dai la mano

mi fai volar via con te

Fluttuando nello spazio

mi trasporti nel silenzio

e nella nostra nuova piccola casa

sulla splendida luna bianca

che brilla nel cielo.

 

Sandro Orlandi

Published in: on novembre 15, 2016 at 07:17  Comments (12)  

Macerie

E fra poco cadrà la neve

sui muri crollati del salotto

ricoprirà leggera

i resti della cucina

e i vetri infranti dello specchio

congelerà per sempre i sogni di una vita felice

insieme alle maioliche del bagno

si poserà ineffabile sul divano di pelle

e sul nostro amato letto

avvolgerà gelida

la foto sorridente del nostro Gianni

e il peluche di Cristina

preserverà per sempre

i ricordi di una vita insieme

e le speranze di un tempo

quando sembrava che tutto

potesse avere un senso

e sarebbe sorto il sole

a cacciar via il buio

della notte più oscura…

anche domani.

Sandro Orlandi

Published in: on novembre 6, 2016 at 06:58  Comments (10)  

Terremoto

Sotto al tavolo col cuore in tumulto

col terrore nello stomaco e gli occhi

la paura è un parabrezza appannato

le strazianti lacrime dei vecchi.

Una coperta, una branda e i ricordi

nel silenzio delle macerie

una tazza calda e davanti

un campanile senza più rintocchi.

Quella mano ha spento le stelle

ha strappato via la luna

è la stessa che fa crollare il mondo

e a cui sempre si domanda fortuna.

E nei muri la vita che trema

vetri rotti e con essi si frantuma

la speranza che cancella il domani

non rimane che l’istinto di fuga.

Resta un cane da solo a guaìre

nella notte del coraggio sconfitto

nella polvere senza ragione

c’è chi piange il dolore del lutto.

Siamo certi di essere vivi, ancora,

aspettiamo e ci abbracciamo commossi

mentre si alzano ectoplasmi invisibili

e attendiamo nuove scosse.

 

Sandro Orlandi

Published in: on novembre 3, 2016 at 06:52  Comments (6)  

E’ ancora con me

Lo sento muoversi

tra la ragione e il cuore

vivo e vitale

ma costretto, rinchiuso,

quasi prigioniero

Di notte talvolta

ma anche di giorno

se sono soprappensiero

lo sento giocare allegro

ridere e sorridere

felice di esistere ancora

o piangere disperato

se lo zittisco severo

Inopportuno,

incompreso,

imbarazzante a volte

il bambino si ostina a resistere,

a non voler crescere

ad aver bisogno di coccole

di tenerezza e affetto

a non aver paura di niente

neanche di morire,

a voler sempre sognare

e giocare ancora con la vita.

 

Sandro Orlandi

Published in: on ottobre 28, 2016 at 07:14  Comments (12)  

Abbracciami

I miei occhi nei tuoi

ad ammirare amore

i tuoi nei miei

ad assaggiarne il sapore

Che importa se domani

diventerà già ieri

se la neve tornerà a coprire

i nostri desideri

C’è sole intorno a noi

sbocceranno nuove margherite

i nostri sogni tra quei petali

Le nostre anime infinite

canteranno nel silenzio

note segrete delle nostre vite

Canteranno la canzone

nuova e immortale

dei nostri giorni futuri

il dolce canto dell’amore.

 

Sandro Orlandi

Published in: on ottobre 19, 2016 at 07:16  Comments (9)  

Sorridi

Il volo di una rondine

e sboccia una margherita

di colori vestita

Nel mio letto di bosco

sono steso ad aspettare

che tu qui mi raggiunga

perché ti possa amare

Abbiamo già contato

le ansie i nostri affanni

abbiamo già parlato

di quanti sono gli anni

passati ad aspettare

per stare sempre insieme

perduti ad immaginare

un futuro senza pene da espiare

Primavera è arrivata

finalmente

di speranza e di luce

l’anima è vestita

di gioia e di sole

adesso è agghindata.

 

Sandro Orlandi

Published in: on ottobre 10, 2016 at 07:13  Comments (5)  

148 secondi

A quell’ora della notte

si sono spente le stelle

la luna è venuta giù

e non è esistito più niente

A quell’ora della notte

solo calcinacci e mattoni

polvere e terrore

buio assoluto

lamenti e dolore

A quell’ora della notte

Dio dormiva

sorella morte

se n’è approfittata

ghignando beffarda

sprezzante ha ucciso

mio padre e mia madre

e la mia fidanzata

Ora siamo solo noi due

a guardarci negli occhi

tu che mi lecchi la mano

io ti accarezzo piangendo

tu che guaisci spaventato

io che ti abbraccio soffrendo

Resta questo d’amore

tu ed io e nessun altro

il resto è polvere

e ancora dolore

Resta solo questa di vita da raccogliere

niente più case

niente più ricordi

troppo lontani

troppo confusi ormai

A quell’ora della notte

se domani anche tu dovrai andar via

verrò anch’io con te

e così sia.

 

Sandro Orlandi

Published in: on ottobre 1, 2016 at 07:32  Comments (8)